Possiamo aiutarti?

Per qualsiasi informazione sui nostri servizi, per concludere una prenotazione telefonicamente o se hai bisogno di assistenza, lo staff di SOS iPhone è a tua completa disposizione.

Chiamaci al
+39 333.29.22.308

(lun-sab 11.30 - 19.30)

Oppure scrivici a
info@sosiphonemilano.it

SOS iPhone a Milano
Riparazioni rapidissime per il tuo iPhone di qualsiasi modello. In tutta Milano

FAQ sull'iPhone ed iOS

FAQ su iOS ed iPhone
Riparazioni iPhone, iPad e Mac a Milano in 30 minuti
Riparazioni per dispositivi Apple ecologiche e sostenibili a MilanoRiparazioni per dispositivi Apple ecologiche e sostenibili a Milano
Devi riparare il tuo iPhone VELOCEMENTE in tutta Milano?
Contattaci qui, e ti richiameremo noi!
Contattami ora per la tua promozione digital
Che modello di iPhone hai?
CONSENSO OBBLIGATORIO*

*
Questo modulo è protetto contro lo spam da Google Recaptcha

Quest'articolo è stato aggiornato il giorno: sabato 30 ottobre, 2021

Hai dubbi o domande sul tuo iPhone e su iOS che non sei riuscito a trovare in giro?
Vuoi uscire fuori dai luoghi comuni, e scoprire interessanti informazioni sul tuo telefono preferito?
Sei nel posto giusto!
Qui di seguito una carrellata di Frequently Asked Questions su iPhone, su iCloud, sui servizi del mondo Apple e su iOS.
Buona lettura!

  1. Cos'è iOS?
  2. Dove trovo il file manager di iOS?
  3. iOS è sicuro?
  4. Cos'è iCloud?
  5. Cos'è l'Apple ID?
  6. Cos'è Apple Music?
  7. Cos'è l'App Store?
  8. Cos'è il blocco iCloud?
  9. Cos'è l'autenticazione a due fattori?
  10. Posso recuperare la password del mio Apple ID?
  11. Cos'è iPhone?
  12. iPhone è un telefono 'smartphone'?
  13. Che batteria monta l'iPhone?
  14. Quanto dura una batteria dell'iPhone?
  15. Quando va sostituita la batteria dell'iPhone?
  16. Quali sono i sintomi di una batteria iPhone esausta?
  17. La batteria dell'iPhone è garantita dal produttore?
  18. Che caricabatterie usa l'iPhone?
  19. iPhone può essere caricato per induzione?
  20. Ho rotto il vetro dell'iPhone. √ą in garanzia?
  21. La pellicola aggiuntiva esterna in vetro protegge il vetro di protezione dell'iPhone?
  22. iPhone rallenta quando la batteria è esausta?
  23. Devo portare il mio iPhone in assistenza, come faccio a proteggere i miei dati?

1. Cos'è iOS?

iOS è il Sistema Operativo della famiglia di dispositivi mobili Apple iPhone, iPad ed iPod Touch.
√ą stato ideato a partire dal 2005, come progetto per portare Mac OS X, l'allora Sistema Operativo dei computer della famiglia Macintosh, in ambiente mobile.
Il nome originario di iOS era iPhoneOS, e ha fatto il suo debutto nel 2007, con l'ìntroduzione sul mercato del primo iPhone (l'iPhone EDGE).
Tecnicamente parlando, è un Sistema basato su UNIX, con kernel ibrido e costruito, come il suo progenitore desktop, su XNU, a sua volta ibrido tra kernel Mach e FreeBSD.
Esattamente come Mac OS X (ora chiamato semplicemente macOS) iOS permette lo sviluppo in un ambiente ben definito chiamato Cocoa Touch: un ambiente molto flessibile basato principalmente su Objective-C, ma che può accettare la programmazione anche in Perl, Python e Ruby.

Dal 2014, Apple ha drasticamente rivoluzionato (e migliorato) la programmazione per iOS fornendo Swift, un nuovo linguaggio di programmazione basato su Objective-C ma estremamente facile e familiare anche per i programmatori che vengono da Python e Ruby.
Una delle caratteristiche salienti di iOS, riconoscibile sin dalla primissima versione, è l'ambiente protetto in modalità 'sand-box' delle applicazioni, che possono interagire con il Sistema solo entro certi limiti, previsti a monte dai programmatori.
iOS si è contraddistinto sempre per una grande facilità d'utilizzo anche per utenti non esperti o neofiti dell'informatica, per un'interfaccia grafica basata su icone di semplice riconoscimento, per una gestione estremamente semplificata (a volte, anche troppo) dei file e per la profonda integrazione con i servizi online di Apple, nonché con il software iTunes.
Stando a dati del 2017, iOS √® il secondo Sistema Operativo pi√Ļ diffuso sul mercato smartphone, con uno share market del 18% ed √® invece il primo OS per il mercato tablet, con una percentuale di penetrazione del 64%.

2. Dove trovo il file manager di iOS?

Springboard è il file manager di iOS, ossia l'applicazione che permette la navigazione attraverso file, cartelle e documenti di iOS.
√ą un file manager estremamente semplificato, in quanto Apple ha preferito fin da subito incentrarlo sull'estrema facilit√† d'utilizzo piuttosto che la completezza gestionale.
Springboard ha un approccio grafico composto da icone e testo, con le caratteristiche forme arrotondate delle app.
Fino ad iOS 10, Apple non permetteva l'accesso diretto dei fle dal file manager ma poi, con l'introduzione di iCloud Drive e dell'applicazione File, è ora possibile sfogliare i documenti su iCloud Drive, Dropbox e molti altri servizi di cloud computing.

3. iOS è sicuro?

Fermo restando che il concetto di 'sicurezza' di un software non può essere scisso dall'analisi dell'uso che l'utente ne fa e degli applicativi che decide di installare nella macchna, iOS è un Sistema Operativo basato su UNIX, quindi è intrisencamente molto ben protetto da attacchi esterni.
Ancora, la politica di Apple prevede che ogni applicazione di terze parti debba girare in modalit√† 'sand box', e questo aumenta ancora di pi√Ļ il livello di sicurezza generale.
Questo ad esempio garantisce un ottimo grado di protezione contro applicazioni che tentano di prendere il controllo non autorizzato delle risorse hardware, oppure che cercando di modificare qualcosa del Sistema stesso.

Come tutti gli altri software composti da così tante linee di codice, anche iOS ha falle, bachi ed exploit che possono essere utilizzati da programmatori malevoli per scardinare le difese del Sistema ed accedere al contenuto interno.
I programmatori di Apple, come i loro colleghi di altre aziende, lavorano costantemente alla ricerca e alla messa in sicurezza delle falle del Sistema, che rilasciano poi in opportuni aggiornamenti.
Come ogni altro software, quindi, l'utente deve prestare attenzione agli aggiornamenti periodici del Sistema, e deve farli quando richiesto.

4. Cos'è iCloud?

iCloud è una serie di servizi online fornita da Apple agli utenti possessori di dispositivi iPhone, iPod Touch, iPad e Macintosh, che integra un pacchetto di funzionalità basato su tecnologia cloud computing, nello specifico SaS (Software as a service).
Il concetto di base √® che una catena di server, sparsi in giro per il mondo ed opportunamente configurati, fornisca un accesso 24h24 ai documenti personali dell'utente, che quindi non √® pi√Ļ necessariamente vincolato a tenerli fisicamente sul proprio dispositivo.
iCloud ha sostituito nel 2011 il precedente servizio di cloud computing MobileMe, che a sua volta aveva sostituito .Mac, uno dei primi servizi in assoluto basato su tecnologia SaS.
iCloud √® in servizio parzialmente gratuito per tutti i possessori di un Mac, un iPhone, un iPad o un iPod Touch compatibile: Apple permette la gestione gratuita dei file fino a 5GB di spazio, se ne serve di pi√Ļ gli altri tagli maggiori sono a pagamento.
iCloud incorporta i seguenti servizi:

  • iCloud Mail, Calendario, Contatti, Promemoria e Safari
    iCloud fornisce un account di mail (con tecnologia push) gratuito, pi√Ļ la sincronizzazione dei calendari, dei promemoria e dei preferiti, della cronologia e dei pannelli aperti del web browser Safari, popolare in ambiente iOS e macOS;
  • iCloud Backup
    I dispositivi iOS compatibili possono eseguire il backup automatico dei dati direttamente nello spazio iCloud.
    I backup sono incrementali, e possono essere facilmente recuperati in caso di ripristino di un dispositivo compatibile;
  • iCloud Drive
    Uno spazio condiviso per caricare qualsiasi documento, visualizzabile sia nella Springboard di iOS e sia nel Finder di macOS.
    Lo spazio di iCloud Drive è visto sia da iOS che da macOS come una cartella del file system, dalla gestione non dissimile da tutte le altre.
    I documenti presenti nella cartella di iCloud Drive sono automaticamente sincronizzati tra tutti gli altri dispositivi che dondividono lo stesso Apple ID;
  • iCloud Photo Library
    Libreria di foto e video condivisa tra tutti i dispositivi, sia iOS che macOS, con sincronizzazione automatica:
  • Find my iPhone, iPad e Mac
    Servizio di geo-localizzazione e posizionamento dei dispositivi iOS e macOS.
    In caso di iPhone perso o rubato, è possibile bloccare il dispositivo oppure cancellare da remoto tutti i dati;
  • iCloud Portachiavi
    Servizio che consente di salvare su iCloud password di Sistema o d'accesso ai siti web, sincronizzandole e rendendole disponibili per tutti i dispositivi associati allo stesso Apple ID

5. Cos'è l'Apple ID?

L'Apple ID è un account obbligatorio per usufruire di quasi tutti i servizi online di Apple, come ad esempio le tante funzionalità di iCloud oppure iTunes Store o l'App Store.
L'Apple ID può essere creato in qualsiasi momento ed in modalità del tutto gratuita, sia direttamente dall'iPhone, iPad o Mac, oppure presso il sito dedicato della Apple.
Per crearlo è necessario un indirizzo email valido (che diventerà il login), una password alfanumerica di almeno 8 caratteri misti maiuscoli/minuscoli, un numero di cellulare valido e, se si vuole scaricare software dall'App Store o comperare musica dall'iTunes Store, un metodo di pagamento (carta di credito, PayPal, ecc ecc.).
Sebbene si possa utilizzare l'iPhone anche senza un Apple ID, è di fatto una scelta obbligatoria per qualsiasi utente: senza un Apple ID valido è impossibile utilizzare i servizi di iCloud, scaricare le app e la musica e, cosa decisamente pericolosa, il telefono non potrebbe essere bloccato e resettato da remoto in caso di furto o smarrimento.

6. Cos'è Apple Music?

Apple Music è il servizio di streaming musicale di Apple.
Costa ‚ā¨ 9,99 al mese per utente singolo (oppure ‚ā¨ 99,99 l'anno), ‚ā¨ 4,99 per gli studenti e ‚ā¨ 14,99 per l'abbonamento mensile famiglia.
Il servizio permette di accedere da iTunes su macOS o dall'app Musica su iOS a tutta la sterminata libreria musicale dell'iTunes Store, ascoltando in streaming od anche scaricando in locale le canzoni e gli album preferiti.
Il servizio incorpora anche iTunes Match, che analizza la libreria personale e la tiene sincronizzata con gli altri dispositivi, anche senza avere fisicamente il file della canzone salvato in memoria, prendendolo dai brani presenti nell'iTunes Store.

7. Cos'è l'App Store?

L'App Store è il negozio digitale di Apple, tramite cui l'azienda distribuisce i software per i suoi dispositivi iOS e macOS.
App Store è integrato sia sugli iPhone che nei Mac, e permette di scaricare programmi per iOS e macOS, sia gratuiti che a pagamento.
Per accedervi, è necessario un Apple ID e un metodo di pagamento, che può essere una carta di credito, un conto PayPal oppure una carta regalo.

8. Cos'è il blocco iCloud?

iPhone, iPad e Mac possono essere configurati con un Apple ID, per usufruire di tutti i servizi di iCloud.
Una volta configurato con un Apple ID, l'iPhone rimane collegato a tale account anche se ripristinato, finché l'utente non decide di disabilitarlo inserendo l'opportuna password.
Il blocco iCloud persiste sempre, anche dopo ripristino o reset delle impostazioni di fabbrica: dopo il ripristino, durante la fase di attivazione, iPhone richiederà l'inserimento dell'Apple ID e della relativa password associati al telefono per concludere l'attivazione.
Il blocco iCloud risiede direttamente nei server di Apple, associando il seriale dell'iPhone all'Apple ID, e non può essere aggirato o rimosso.

9. Cos'è l'autenticazione a due fattori?

L'autenticazione a due fattori è una misura di sicurezza che, oltre alla password del tuo Apple ID, richiede anche l'autorizzazione data (tramite codice univoco usa e getta) da un dispositivo attendibile.
Per 'dispositivo attendibile' s'intende un iPhone, un iPad un Mac od un iPod Touch che condividono lo stesso Apple ID del dispositivo che si vuole autenticare.
Alternativamente, nel caso che non si abbia un altro dispositivo idoneo in possesso, il codice univoco usa e getta può essere inviato tramite SMS ad un numero di telefono cellulare indicato come preferenziale.
L'autenticazione a due fattori aumenta moltissimo la sicurezza in caso di accessi non autorizzati, in quanto l'eventuale furto della password da parte di estranei non √® pi√Ļ sufficiente a garantire l'accesso all'iPhone o a qualsiasi altro dispositivo iOS.
In passato l'autenticazione a due fattori era opzionale, ora è invece obbligatoria in caso di configurazione di qualsiasi nuovo dispositivo iOS o macOS: è quindi estremamente importante fornire un numero di telefono cellulare valido e sicuro collegato al proprio Apple ID.

10. Posso recuperare la password del mio Apple ID?

Sì, devi collegarti a questo indirizzo e completare la procedura che ti indicheranno a video.
Puoi anche recuperare il tuo Apple ID nel caso tu non ti ricordassi dell'email lasciata come login.
La procedura di recupero di password ed Apple ID indicata sul sito ufficiale della Apple è l'unica possibile in caso di smarrimento dei parametri d'accesso.

11. Cos'è iPhone?

iPhone è il nome commerciale della linea di radiotelefoni con tecnologia cellulare di Apple, che permettono anche la gestione dei dati personali (smartphone).
Il primo iPhone commercializzato risale al 2007, e fu presentato all'inizio di quell'anno da un entusiasta Steve Jobs, che ne volle fortemente lo sviluppo.
Molte delle caratteristiche del primo iPhone vennero mutuate da un altro progetto Apple commercializzato negli anni '90, il palmare Newton, che non ebbe però molto successo sul mercato, sebbene fosse di eccellente qualità e dalle innovative funzionalità.
L'uscita di iPhone segnò quella che è conosciuta come la rivoluzione mobile, ossia un impressionante evoluzione commerciale dei dispositivi come telefoni cellulari smartphone, tablet, netbook e, in generale, di tutta quell'elettronica non da scrivania, usabile in piena mobilità.
Apple ed il suo telefono furono responsabili di un'impennata tecnologica che mise in rivalità quasi tutti gli operatori elettronici mondiali, portando in pochissimi anni il mercato mobile a sovrastare, per numeri e fatturato, quello tradizionale desktop.

Tutte le innovazioni introdotte da iPhone, come il display multitouch e l'assenza di tastiera fisica, vennero subito riproposte dalle industrie concorrenti, e divennero lo standard odierno a cui siamo ora abituati.
Nel corso degli anni, Apple ha prodotto numerose serie e modelli di iPhone, migliorando sempre di pi√Ļ le caratteristiche tecniche ed introducendo sempre pi√Ļ novit√†, per andare incontro alle esigenze dei consumatori.
Le serie sinora prodotte sono:

  • iPhone originale (EDGE o 2G)
    Il primo iPhone prodotto e commercializzato, uscito nell'estate del 2017.
    Include tutte le caratteristiche innovative che diventeranno iconiche del marchio iPhone, come un ampio display totalmente multitouch con digitalizzatore capacitativo da 3,5", batteria integrata non rimuovibile dall'utente, assenza di espansione per memoria esterna, connessione Wi-Fi ed integrazione con il software iTunes.
    Fu commercializzato negli Stati Uniti ed in pochi altri paesi al mondo;
  • iPhone serie 3 (iPhone 3G, iPhone 3GS)
    Serie distribuita per la prima volta globalmente, vede contemporaneamente la nascita di iOS 2.0 e dell'App Store, oltreché l'introduzione della tecnologia 3G (UMTS) unita ad un'antenna GPS integrata.
    Con l'avvento di iPhone 3GS, iniziò anche l'abitudine per Apple di presentare una revisione di modello ad anni alterni, denominandola "S" (Speed);
  • iPhone serie 4 (iPhone 4, iPhone 4S)
    Prima corposa revisione di design di iPhone, che introduce un retroscocca in silicato e la tanto acclamata videocamera frontale, perfetta per introdurre il nuovo servizio di videochiamata Facetime.
    Con iPhone 4S viene presentato anche il software di assistenza vocale Siri, che diventerà in poco tempo molto famoso ed una delle caratteristiche distintive di iOS;
  • iPhone serie 5 (iPhone 5, iPhone 5C, iPhone 5S, iPhone SE)
    Serie di grande innovazione, vede abbandonare da Apple lo storico display da 3,5" per abbracciarne uno da 4".
    Viene introdotto un nuovo telaio in alluminio rinforzato disponibile in due differenti colorazioni, e viene presentato anche il nuovo System-on-a-Chip Apple A6.
    Per ingraziarsi il mercato dei giovanissimi, venne prodotta una versione con scocca in plastica colorata, chiamata iPhone 5C, che tuttavia ebbe poco riscontro fuori dal target prettamente teen-ager.
    iPhone 5S introduce per la prima volta il riconoscimento tattile chiamato Touch ID ed il primo chip a 64 bit montato su un iPhone.
    Il successo della serie fu talmente grande che Apple decise di continuarla nel 2016 con iPhone SE, dall'estetica eguale ad iPhone 5S ma dotato del potente processore Apple A9;
  • iPhone serie 6 (iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 6S, iPhone 6S Plus)
    Cambio radicale di design e tecnologia costruttiva: vengono prodotti due modelli separati, uno con schermo da 4,7" ed una versione plus con schermo da 5,5", disponibili in tre colorazioni di base (oro, argento, nero).
    La prima serie ha un serio problema di tenuta del case d'alluminio, troppo delicato e fragile, risolto poi con la versione 6S;
  • iPhone serie 7 (iPhone 7, iPhone 7 Plus)
    Prima serie di iPhone con certificazione IP67 contro polveri sottili e liquidi, in grado di resistere a brevissime immersioni (non continuative) di massimo 30 minuti e 1m di profondità.
    Viene aggiunto un altoparlante stereofonico ed il tasto home diviene a stato solido, e non pi√Ļ meccanico;
  • iPhone serie 8 (iPhone 8, iPhone 8 Plus)
    Tecnicamente molto simile alla serie 7, viene introdotto un nuovo retroscocca in silicato (simile a quello presente sulla serie 4), per permettere la carica ad induzione elettrica, possibile con un dock acquistabile a parte;
  • iPhone X
    Versione celebrativa per il decimo anniversario dell'uscita di iPhone, presenta un ampio display OLED senza bordi ed angoli arrotondati da 5.7", oltreché la scomparsa del pulsante fisico home, sostituito da una sua incarnazione virtuale.
    Viene introdotto il sistema di riconoscimento facciale Face ID, la carica ad induzione ed il telaio è costruito in un leggerissimo acciaio con struttura centrale simile alla serie 4.
    La batteria è in realta un pacco batteria Li-poly reso coeso elettricamente.

12. iPhone è un telefono 'smartphone'?

Sì, iPhone è un radiotelefono con tecnologia a celle GSM/GPRS/EDGE, che nel tempo ha incluso le tecnologie UMTS/CDMA e LTE, arrivando allo stato attuale ad incorporare le frequenze quad-band (900/1800 MHz e 850/1900 MHz).
Accanto alla parte prettamente telefonica, iPhone include un sistema operativo dedicato (iOS) che permette agli utenti la gestione dei dati: è quindi uno 'smartphone', tra le altre cose uno dei primi di larghissima diffusione e grande successo commerciale.

Informazioni che non sapevi!

Il primo iPhone prodotto e commercializzato da Apple nel 2007 non aveva una connessione né LTE (4G) né UMTS (3G), ma solo una lentissima connessione EDGE, molto instabile dopo i 200 kbps.
Caratteristica abbastanza inusuale per l'epoca, quando i cellulari UMTS erano già disponibili sul mercato da svariato tempo.
Il telefono altresì non aveva una camera frontale (altra caratteristica all'epoca già comune), mentre feroci polemiche suscitò la scelta di Apple di non includere né uno slot d'espansione per schede microSD e né incorporare una batteria rimuovibile dall'utente.
Nelle intenzioni di Apple, iPhone avrebbe dovuto seguire lo stesso destino prospettato per la linea iPod, ossia di ritiro una volta esaurita la batteria.
Ciò non avvenne, anche per le forti critiche ricevute dal mercato, che si organizzò per colmare la mancanza di un servizio di sostituzione batteria affidabile, e fece quindi tornare rapidamente Apple sui suoi passi.
Anche la decisione iniziale di impedire lo sviluppo di applicativi alle terze parti risultò immediatamente perdente: la comunità hacker mondiale riuscì senza troppi problemi a penetrare nelle falle dell'allora iPhoneOS, cominciando a programmare app specifiche per il nuovo Sistema.
Già a fine 2007, Steve Jobs s'affrettò a rilasciare un corposo SDK per gli sviluppatori, promettendo l'imminente arrivo di uno store digitale dedicato (l'App Store), poi effettivamente lanciato pochi mesi dopo con l'avvento di iPhone 3G.

13. Che batteria monta l'iPhone?

Qualsiasi modello di iPhone monta una batteria integrata ai polimeri di litio (Li-poly).
La tecnologia ai polimeri di litio √® un'evoluzione della precedente ioni di litio (Li-ion), capace di produrre celle del 20% pi√Ļ dense.
Ciò permette un maggiore stoccaggio energetico riducendo al contempo peso e dimensioni.
Un'altra caratteristica fondamentale delle batterie ai polimeri di litio è che la loro struttura è capace di auto-sostentersi senza bisogno di un involucro metallico esterno: ciò consente di modellare la batteria secondo le esigenze di progettazione specifiche per ogni singolo dispositivo, permettendo quindi un grande vantaggio progettuale e di design.

14. Quanto dura una batteria dell'iPhone?

Come ogni altra batteria ricaricabile ai polimeri di litio, anche la batteria dell'iPhone ha un numero limitato di cariche e scariche (cicli) che può sostenere.
Superato tale numero di cicli, la batteria diventa inservibile, e deve essere sostituita.
Ad ogni ciclo completo, parte delle celle che compongono la batteria degradano, ossidandosi in maniera irreversibile: il processo è lento ma costante, ed è destinato a portare all'inusabilità dell'accumulatore.
In aggiunta a ciò, il processo costruttivo di una batteria Li-poly purtroppo comporta un costante degrado dei materiali di costruzione, che comincia addirittura alla fine della produzione industriale.

Mediamente, una batteria ai polimeri di litio perde circa il 20% della sua capacità originaria ogni anno solare, indipendentemente dall'utilizzo.
Questo degrado naturale si somma al degrado causato dalle cariche e dalle scariche, e rende col tempo la batteria sempre meno capace di immagazzinare elettroni utili al lavoro.
Generalmente, una batteria ai polimeri di litio si considera da sostituire quando ha perso i 2/3 della sua capacità originaria.
Questo solitamente accade dopo 500/600 cicli completi, o comunque dopo i due anni dalla sua produzione.

15. Quando va sostituita la batteria dell'iPhone?

La batteria dell'iPhone va sostituita quando la sua capacità totale residua è scesa di almeno 2/3 rispetto a quella originaria di fabbrica.
Significa che oltre il 60% delle sue celle catodiche sono ormai irreversibilmente ossidate, e quindi non pi√Ļ in grado n√© di immagazzinare elettroni e n√© di creare differenza di potenziale, ma solo resistenza elettrica.
Ciò solitamente accade dopo i 500 cicli di carica/scarica, ma molto dipende anche dall'uso che l'utente fa della batteria, da eventuali lunghi periodi d'inattività, dalla frequenza delle ricariche, dalla temperatura esterna e, non meno importante, dall'integrità fisica della batteria.

Ogni batteria ai polimeri di litio, anche se non utilizzata, degrada spontaneamente: dopo i due anni dalla fine della produzione, una batteria Li-poly avrà perso quasi il 40% della capacità originaria, ipotizzando una giacenza di magazzino.
Tale degrado spontaneo è mitigato dall'uso quotidiano, che però aggiunge un degrado da ossidazione, costante e non eliminabile.
Ecco perché, solitamente, un utente dopo i due anni e dopo 500 cicli di carica/scarica vede drasticamente calare le prestazioni della batteria del suo iPhone, tanto da sperimentare un utilizzo molto problematico, quando non totalmente impossibile.

Da iOS 11.3 in poi e da iPhone serie 6 in poi, è possibile controllare se il dispositivo è entrato nella gestione delle prestazioni seguendo il percorso Impostazioni > Batteria > Stato Batteria.

La gestione delle prestazioni dell batteria in iOS

Il campo 'Capacità massima' indica una stima della capacità residua della batteria, cioè la percentuale delle celle ancora attive rispetto a quelle ossidate.
Va ricordato che il valore è solo una stima, e che la situazione effettiva di una batteria molto usarata può essere peggiore.

16. Quali sono i sintomi di una batteria iPhone esausta?

I sintomi di una batteria esausta sono comuni a quelli di qualsiasi altro accumulatore esausto, e sono:

  • Spegnimenti o riavii improvvisi dell'iPhone;
  • Surriscaldamento in fase di carica o di utilizzo dell'iPhone;
  • Indicazione della carica residuta non pi√Ļ attendibile;
  • Autonomia energetica drasticamente ridotta;
  • Ricarica eccessivamente rapida

17. La batteria dell'iPhone è garantita dal produttore?

Sì, ma solo per i vizi di conformità o i difetti di fabbricazione.
Apple, come qualsiasi altro installatore, non può garantire qualcosa che è sottoposto a degrado naturale nel tempo, soprattutto in relazione all'uso che il consumatore ne fa.
Il limite massimo teorico per una batteria ai polimeri di litio √® di circa 1000 cicli completi, anche se √® raro che l'utente arrivi a tale numero senza prima sperimentare problemi elettrici con l'iPhone: tale quantit√† di cicli pu√≤ essere fatta in pi√Ļ o meno tempo, a seconda dell'utilizzo che viene fatto del telefono (o meglio: dei software che controllano il telefono).
Un minor consumo può essere ottenuto ottimizzando il Sistema Operativo, e limitando l'uso smodato del posizionamento GPS, dei servizi di geolocalizzazione e dell'uso delle antenne (anche GSM) in generale.

Mediamente, un utente consuma 400-500 cicli completi in circa 24 mesi, che poi è il tempo massimo della garanzia legale.
Ci sono però casi di utenti con uso molto intensivo del dispositivo, che riescono ad eseguire 500 cicli in meno di 12 mesi.
Un po' come le aziende produttrici degli pneumatici, anche quelle produttrici di batterie Li-poly possono garantire al massimo l'assenza di difetti, e non il grado di consumo nel tempo.
Ancora, le batterie ai polimeri di litio sono complessi accumulatori elettro-chimici, estremanente delicati: sovra o sotto-tensioni, aumenti od abbassamentoi improvvisi di temperatura e cariche inadeguate (tra cui l'inutilizzo per molto tempo) possono causare danneggiamenti che non possono essere coperti da garanzia.
Il nostro laboratorio rispetta la garanzia legale e fornisce fino a 24 mesi di garanzia per i soli vizi di conformità o difetti di fabbricazione delle batterie installate.

18. Che caricabatterie usa l'iPhone?

iPhone, come ogni altro dispositivo alimentato da una batteria ai polimeri di litio, ha già inclusi internamente i circuiti che regolano la carica della sua batteria integrata.
Altri circuiti specifici di controllo si trovano installati nella batteria stessa, quindi la fonte d'alimentazione per la ricarica si riduce ad un mero raddrizzatore-trasformatore.
Quello incluso da Apple nella confezione di vendita è un caricabatterie multitensione con input a 100-240V e 50-60Hz, che fornisce un output a 5V in corrente continua ad 1A d'intensità.
Qualsiasi caricabatterie con connessione USB che rispetta tali parametri (non necessariamente Apple) può quindi essere utilizzato per ricaricare la batteria dell'iPhone, usando comunque un cavo certificato MFI (Made for iPhone/iPod).

19. iPhone può essere caricato per induzione?

Sì, ma solo alcuni modelli: iPhone della serie 8 e ed iPhone X incorporano un sottile induttore interno, in grado di ricaricare la batteria senza bisogno di connessione Lightning, tramite un dock ad induzione acquistabile opzionalmente.

20. Ho rotto il vetro dell'iPhone. √ą in garanzia?

No: i danni accidentali non sono coperti dalla garanzia limitata di nessun produttore, Apple inclusa.
Apple casomai offre un servizio d'assicurazione complementare alla garanzia legale e a quella commerciale limitata, chiamato Apple Care.
I prezzi e le condizioni del servizio variano da modello a modello, ma in ogni piano è inclusa almeno una riparazione del vetro durante il periodo di copertura di Apple Care.
Se non si ha Apple Care, la sostituzione del vetro rotto è a pagamento, a prezzi non proprio modici.
In alternativa, è possibile recarsi in un altro laboratorio di terze parti per procedere alla sostituzione del vetro rotto.
Il nostro laboratorio offre il servizio di sostituzione vetro iPhone il soli 30 minuti in tutto il territorio del Comune di Milano, con prezzi a partire da ‚ā¨ 59,00.
Clicca qui per conoscere di pi√Ļ sulla nostra offerta.

21. La pellicola aggiuntiva esterna in vetro protegge il vetro di protezione dell'iPhone?

Sì, ma entro certi limiti. E solo contro alcuni danni.
Le pellicole di vetro temperato che si trovano in giro e che vengono prodotte da innumerevoli aziende proteggono solamente da danni d'abrasione (quindi, graffi), peraltro con un livello di durezza inferiore al vetro Gorilla Glass montato di fabbrica sull'iPhone.
Tali protezioni aggiuntive non possono nulla contro le violente onde energetiche che colpiscono tutto il telefono, ed in particolare la superficie del vetro, quando capita una caduta accidentale oppure un urto.

L'energia che l'iPhone riceve durante una caduta si muove esattamente come una perturbazione, e dove trova ostacoli alla sua dispersione, rompe.
Per disperdere in maniera quanto pi√Ļ efficace l'energia in eccesso, non c'√® bisogno di strutture dure e rigide come le pellicole in vetro esterne, ma bens√¨ compenenti quanto pi√Ļ morbidi ed elastici possibili, come ad esempio i bumper e le cover in gomma siliconica.

22. iPhone rallenta quando la batteria è esausta?

Sì, da iOS 11 in poi Apple ha modificato il codice del Sistema affinché abbassi la frequenza del processore (e quindi, rallenti l'esecuzione delle operazioni) in caso di livello di degrado della batteria consistente.
Questo è stato deciso sia per motivi di marketing, che per motivi tecnici: una batteria ai polimeri di litio diviene instabile quando eccessivamente usurata e danneggiata, e può portare a spegnimenti improvvisi e pericolosi abbassamenti di tensione.

23. Devo portare il mio iPhone in assistenza, come faccio a proteggere i miei dati?

Se vuoi un alto livello di protezione, a patto però di dover poi ricaricare i tuoi dati, questi passaggi:

*Attenzione! Tale procedura cancellerà tutti i dati presenti nel tuo iPhone!

  1. Esegui un backup dei tuoi dati
    Se usi iCloud per eseguire la copia di sicurezza periodica dei tuoi dati, collega il tuo iPhone ad una rete Wi-Fi, collegalo alla presa d'alimentazione e poi vai su Impostazioni > ID Apple, iCloud, iTunes e App Store > iCloud > Backup iCloud e tocca "Esegui backup adesso".
    Se usi iTunes per il backup in locale, collega il tuo iPhone al Mac/PC, apri iTunes, vai nella schermata riepilogativa del tuo iPhone e clicca su "Effettua backup adesso";
  2. Rimuovi il tuo ID Apple
    Assicurati che il tuo iPhone sia collegato ad una rete dati 3G/4G oppure ad una rete Wi-Fi, quindi vai su Impostazioni > ID Apple, iCloud, iTunes e App Store e tocca "Esci" . Ti verrà richiesta la password del tuo Apple ID, mettila per dissociare il tuo Apple ID dall'iPhone;
  3. Inizializza il tuo iPhone
    Vai su Impostazioni > Generali > Ripristina e tocca Inizializza contenuto e impostazioni. Metti il codice di protezione del display (se lo usi) quando ti viene richiesto. iPhone si riavvierà e cancellerà tutto il contenuto della memoria, portando i parametri ad impostazioni di fabbrica

Se vuoi invece conservare i tuoi dati, è sufficiente che tu esegua questi passaggi:

  • Esegui un backup dei tuoi dati
    Se usi iCloud per eseguire la copia di sicurezza periodica dei tuoi dati, collega il tuo iPhone ad una rete Wi-Fi, collegalo alla presa d'alimentazione e poi vai su Impostazioni > ID Apple, iCloud, iTunes e App Store > iCloud > Backup iCloud e tocca "Esegui backup adesso".
    Se usi iTunes per il backup in locale, collega il tuo iPhone al Mac/PC, apri iTunes, vai nella schermata riepilogativa del tuo iPhone e clicca su "Effettua backup adesso";
  • Rimuovi il codice di blocco dello schermo
    Vai su Impostazioni > Touch ID e codice (solo Codice se non hai un iPhone con la funzionalità Touch ID), immetti il tuo codice di sblocco e poi tocca "Disabilita codice". Metti ancora una volta il tuo codice di sblocco;
  • Rimuovi Trova il mio iPhone
    Assicurati che il tuo iPhone sia collegato ad una rete dati 3G/4G oppure ad una rete Wi-Fi, quindi vai su Impostazioni > ID Apple, iCloud, iTunes e App Store > iCloud > Trova il mio iPhone e tocca l'interruttore per disattivarlo. Ti verrà richiesta la password del tuo Apple ID, mettila per disattivare Trova il mio iPhone
Consigli sulle batterie Li-poly dell'iPhone
Quindi ricorda che...
  • iOS √® il Sistema Operativo mobile installato in tutti gli iPhone, iPad e iPod Touch, basato su UNIX e sviluppato sulla tecnologia del macOS;
  • Springboard √® il file manager di iOS, e permette la navigazione tra file ed app direttamente dalla home dell'iPhone;
  • Devi aggiornare iOS sempre quando sono disponibili nuovi upgrade;
  • Per scaricare applicativi dall'App Store e per usufruire dei servizi online di Apple, ti serve un Apple ID;
  • Non c'√® modo di aggirare il blocco di sicurezza iCloud, se non quello di mettere i giusti login e password dell'account Apple ID collegato all'iPhone;
  • Puoi resettare e bloccare l'iPhone da remoto in caso di furto o smarrimento;
  • Ti serve un numero di telefono sicuro da associare al tuo Apple ID per l'autenticazione due fattori;
  • iPhone monta una batteria ai polimeri di litio che deve essere periodicamente cambiata;
  • Quando la batteria √® esausta e degradata, le prestazioni di iOS diminuiscono e rallentano;
  • La garanzia legale del produttore non copre il naturale degrado della batteria;
  • Se rompi il vetro e non hai Apple Care, l'intervento di sostituzione √® a pagamento

Hai bisogno d'aiuto con il tuo iPhone?

L'assistenza professionale e rapida per il tuo iPhone a Milano! Chiama il 333.22.29.308

Possiamo aiutarti.
A Milano, siamo specializzati nell'assistenza dell'iPhone, per qualsiasi modello sinora prodotto.
Possiamo eseguire il cambio della tua batteria esausta o danneggiata in soli 10 minuti od un cambio vetro in soli 30 minuti, senza perdere nessuno dei tuoi dati ed assicurandoti il miglior servizio possibile al miglior prezzo di mercato.
Ogni intervento include inoltre un check-up completo del tuo iPhone, con analisi elettrica e pulizia ed igienizzazione del dispositivo.
Abbiamo sempre disponibili display e batterie nuove per ogni modello di iPhone, e ricordati che, sei hai molta fretta, puoi richiedere il servizio espresso in 30 minuti: serviamo quasi tutte le zone di Milano!
Offriamo solamente servizio in loco in tutta Milano, non abbiamo una sede fisica: ciò ci permette di farti risparmiare i costi e garantirti prezzi e tempi d'intervento eccezionali!
Per richiedere unintervento espresso sul tuo iPhone, compila il modulo sottostante:

Scrivici, siamo qui per aiutarti!
Contattami ora per la tua promozione digital
Tutti i campi con * sono obbligatori.
Ti risponderemo entro 24 ore per confermare la tua prenotazione con due messaggi automatici:
un SMS ed un'email
Il tuo dispositivo:
Qual'è il tuo problema?

Quando vuoi fare l'intervento?*
Metti la data corretta!
Che tipo di intervento richiedi?*
Rapido in 30 minuti
Standard in giornata

Dicci dove dobbiamo venire:

Hai comunicazioni aggiuntive da farci?



Questo modulo è protetto contro lo spam da Google Recaptcha
Se il form ti dà problemi d'invio,
puoi mandarci una mail a
info[at]sosiphonemilano.it
Vuoi prenotare telefonicamente?
I nostri operatori ti aspettano, chiamaci!

SOS iPhone chiamaci!

Preparazione del dispositivo

Prima di portarci il tuo iPhone per l'intervento o di consegnarlo ai nostri tecnici per il ritiro, è necessario che tu esegua i passaggi qui sotto riportati.
Il completamento di tutti i passaggi assicurerà la massima protezione dei tuoi dati sensibili e permetterà al laboratorio di lavorare al meglio e servirti nel minor tempo possibile.
Se il tuo iPhone non si accende pi√Ļ, cerca di completare il maggior numero possibile di passaggi:

  1. Esegui un backup dei tuoi dati
    Se usi iCloud per eseguire la copia di sicurezza periodica dei tuoi dati, collega il tuo iPhone ad una rete Wi-Fi, collegalo alla presa d'alimentazione e poi vai su Impostazioni > ID Apple, iCloud, iTunes e App Store > iCloud > Backup iCloud e tocca "Esegui backup adesso".
    Se usi iTunes per il backup in locale, collega il tuo iPhone al Mac/PC, apri iTunes, vai nella schermata riepilogativa del tuo iPhone e clicca su "Effettua backup adesso";
  2. Rimuovi il codice di blocco dello schermo
    Vai su Impostazioni > Touch ID e codice (solo Codice se non hai un iPhone con la funzionalità Touch ID), immetti il tuo codice di sblocco e poi tocca "Disabilita codice". Metti ancora una volta il tuo codice di sblocco;
  3. Rimuovi Trova il mio iPhone
    Assicurati che il tuo iPhone sia collegato ad una rete dati 3G/4G oppure ad una rete Wi-Fi, quindi vai su Impostazioni > ID Apple, iCloud, iTunes e App Store > iCloud > Trova il mio iPhone e tocca l'interruttore per disattivarlo. Ti verrà richiesta la password del tuo Apple ID, mettila per disattivare Trova il mio iPhone;
  4. Rimuovi qualsiasi bumper, cover o pellicola protettiva del tuo iPhone
    I dispositivi in lavorazione devono entrare il laboratorio senza accessori, custodie o pellicole protettive: rimuovi qualsiasi elemento esterno al telefono prima di consegnarlo per la lavorazione

Ci vuoi seguire sui nostri social?

√ą rapido e veloce: se hai il tuo profilo su uno dei seguenti social network, clicca semplicemente sul logo che ti interessa per aggiungerci ai tuoi amici:

I nostri clienti dicono:
‟Un servizio eccellente per un prezzo altrettanto eccellente, non c'è nulla da dire!
Da ora in poi sempre da voi, ragazzi!"
Christian
‚ÄüC'√® da dire che quando vai da loro non hai per nulla la faccia contenta. Per√≤ quando esci, quasi quasi un sorriso te lo fai. Grazie!‚ÄĚ
Miranda
‚ÄüQuando un lavoro √® ben fatto, non √® necessario rifarlo. Credo che questo possa identificare perfettamente il servizio che mi hanno dato!‚ÄĚ
Jacopo
Problemi col tuo iPhone a Milano?
Siamo qui per aiutarti.
Contattaci ora
Riciclo batterie li-poly iPhone
Noi rispettiamo la legge e l'ambiente.
Tutte le batterie ricaricabili al litio contengono metalli, leghe e sostanze altamente tossiche, oltreché infammabili.
Maneggiare senza le opportune precauzioni le batterie esauste, e soprattutto smaltirle in maniera impropria, può causare gravi rischi per la sicurezza, sia del singolo che della collettività.
In Italia, per legge (D.Lgs. 188, datato 20 novembre 2008) è obbligatorio smaltire pile ed accumulatori secondo le disposizioni imposte dal legislatore.
Noi smaltiamo, senza costi aggiuntivi per il cliente, le batterie esauste che cambiamo, differenziandole in sicurezza e portandole nei centri di raccolta e nell'isole ecologiche gestite dall'AMSA nel territorio del Comune di Milano.
Il riciclo ed il recupero del litio degli accumulatori esausti è fondamentale per garantire il minor impatto ambientale possibile, nonché preservare le riserve planetarie del metallo, risparmiando contestualmente energia.
SMALTISCI E CAMBIA IL TUO IPHONE SOLO QUANDO √ą DAVVERO ARRIVATO IL MOMENTO DI FARLO, ED USALO FINO A QUANDO √ą FUNZIONALE: IN QUESTO MODO EVITERAI SOVRAPRODUZIONE, CONSUMO ENERGETICO, CONSUMO DI RISORSE NATURALI E MINIMIZZERAI L'IMPATTO AMBIENTALE.
SIAMO L'ASSISTENZA PER DISPOSITIVI iPHONE A MILANO DI ALTISSIMA QUALITÀ.
Abbiamo oltre dieci anni d'esperienza sull'assistenza hardware per iPhone.
Garantiamo servizi rapidi a prezzi estremamente competitivi, sia per privati che per aziende.
Siamo specializzati nella gestione di parchi macchine Apple per il business, con assistenza sia hardware che software e laboratorio in sede.
Sostituiamo batterie e vetri iPhone velocemente, con la massima qualità e con garanzia sulla riparazione.